giovedì 31 gennaio 2013

Cura della Pelle fase 3: idratazione e nutrimento

E ora veniamo al post più complesso da affrontare.

A qualcuno potrebbe sorgere il dubbio: ma non saranno la stessa cosa?

Spesso c'è una gran confusione, dovuta anche alle etichette delle creme commerciali, nutriente, idratante...

In realtà non sono la stessa cosa. Ma la pelle necessita di tutte e due, anche se in proporzioni diverse in base al tipo di pelle.

Ve lo ricordate il film idrolipidico della pelle?Ecco significa che è formato sia da acqua (idro) che da grasso (lipide). Per mantenerlo in forma, quindi, alla pelle bisogna apportare sia idratazione che nutrimento.

Idratazione: tutto ciò che bagna e apporta "acqua" alla pelle.
Nutrizione: tutto ciò che ingrassa e porta "olio" alla pelle.

Apportare solo idratazione o solo nutrimento alla pelle alla lunga può causare secchezza, invece di risolverla.

Dunque è buona norma mischiare una goccina di olio all'aloe se si utilizza quello come idratante, così some applicare l'olio sul corpo sulla pelle molto bagnata.

La scelta della crema adatta è un'impresa non da poco, specie per chi non conosce gli ingredienti e si basa solo sulle descrizioni che stanno sulla confezione. Spesso è meglio ignorarle. Ma generalmente se avete la pelle tendente a impurità non sceglierete una crema nutriente, così come se avete la pelle secca non vi orienterete su un gel idratante.

Prima che qualcuna dica "eh ma con la pelle unta/grassa come faccio a metterci l'olio?", vi dico subito che ne basta pochissimo, e ce ne sono diversi che sono adatti alle pelli tendenti alle impurità. Perché gli oli non sono tutti uguali.

Insomma come sempre abbiamo capito che l'importante sta nell'equilibrio. La pelle risponde a ciò che le mettiamo. Così come se la riempiamo di siliconi non respirerà, se le diamo poca idratazione si seccherà, se diamo troppo nutrimento si ungerà. Non esiste una ricetta magica che vada bene per tutte, ma almeno avere chiaro questo concetto aiuta.

Due cose fondamentali, che chi si affaccia al bio deve assolutamente tenere in considerazione
-al bando i siliconi
-mai la paraffina!né pura né nelle creme (gli oli paraffinosi li potete usare per non fare cigolare le porte o proteggere i mobili che avete in giardino/terrazzo, non certo sulla pelle dei bimbi)

Vi do qualche consiglio in generale:
-Il gel d'aloe è un ottimo idratante, ma attenzione che potreste essere allergiche, quindi prima di comprarne un secchio provatene un pochino, magari da un campioncino, sul lato del viso. Se diventate fuxia, non fa per voi.

-Diffidate delle creme che abbiano nell'INCI la glicerina al secondo posto. Significa che ce n'è troppa e alla lunga invece di idratare può fare effetto contrario. Per le mani il discorso è diverso, perché è utile per fare effetto barriera quando fa freddo o se sollecitate molto le mani.

-Attenzione ad alcuni conservanti bio. Sodium Benzoate e Potassium Sorbate potrebbero fare allergia, quindi anche qui, in caso foste predisposti, provate prima un campioncino.

-Meglio non usare creme che contengano alcool in alta posizione. Alla lunga può seccare molto la pelle.

Lo so che sono consigli molto generali, ma l'importante è comprendere la differenza tra idratazione e nutrimento, per le specifiche arriveranno i post!

Alcune sostanze idratanti:
-glicerina
-aloe barbadensis
-allantoin
-sodium pca
-panthenol
-sodium hyaluronate
-fructose
-sodium lactate
-protein

Alcune sostanze nutrienti:
-oil (evitare il mineral oil!)
-butter
-tocopherol
-squalane

Cercherò di fare il prima possibile!
Un bacio!






2 commenti:

  1. sottolineerei che non c'è la formula magica adatta a chiunque, e che bisogna ascoltare la propria pelle giorno dopo giorno! L'aloe poi è una manna per chi lo tollera

    RispondiElimina
  2. Salve, ho provato la crema http://psoriasi-cure.net/crema-psoeasy-250 e posso dire che questo è rimedio migliore per umidificare la pelle. Mio psoriasi è diventato non così scomodo perché mi sono riuscita di levarsi dalla desquamazione quasi completamente. Ora la pelle non è cosi bella come era prima la diagnosi, ma il risultato è molto vicino. Vi raccomando di provare.

    RispondiElimina